Es urgente! Aborto legal 2020! Per la legalizzazione dell’aborto in Argentina

Oggi a partire delle 10.00 (dalle 14.00 ora italiana) comincia una sessione speciale nel Parlamento argentino. Sarà la seconda volta in cui il progetto di Legge di Interruzione Volontaria di Gravidanza verrà trattato dalle camere.

Si prevede che il dibattito alla camera dei deputati durerà molte ore, probabilmente fino a venerdì, una situazione molto simile al 2018.
Il 15 giugno 2018, infatti, è stata discussa per la prima volta la legge che depenalizza l’aborto in Argentina, approvata dalla Camera dei Deputati con un margine ristretto (129 voti favorevoli a 126 contrari) dopo più di 20 ore di dibattito. Il 9 agosto 2018 il Senato argentino l’ha respinta, dopo un duro dibattito durato più di 12 ore. Dei 72 senatori presenti, 38 hanno votato contro, 31 a favore e due si sono astenuti.

L’aborto in Argentina è una delle principali cause di mortalità materna.
Si stima che 500.000 donne ogni anno abortiscano clandestinamente e più di 50 muoiano. Non si tratta di morale, religione o etica, è una questione di salute pubblica. Ogni volta che una donna muore per un aborto clandestino è femminicidio di Stato.

È un diritto delle bambine, adolescenti, donne e delle persone gestanti e ogni diritto non può essere discusso, deve essere garantito.
Abbiamo scelto di lanciare una campagna di sostegno per le compagne argentine perché l’autodeterminazione delle donne* è una battaglia quotidiana, che riguarda tutt*, come dimostra la vergognosa campagna di disinformazione contro la RU486 messa in atto dal movimento no-choice nel nostro paese nel corso dell’ultima settimana.

-scrivi un cartello con uno degli slogan per l’aborto libero e sicuro in Argentina,
-scatta una foto con un panuelos (meglio se verde!)
-condividila con noi!
-mandala via mail nonunadimenomilano@gmail.com
-postala sui social taggando la nostra pagina
-taggaci nelle tue stories IG @nonunadimeno.milano

Insieme alle compagne argentine per gridare insieme: è urgente! È ora!
Ci uniamo a voi per continuare a costruire la “revolución que necesitamos”
Facciamo la storia
Será ley!

NON UNA DI MENO

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.