La prima avanguardia del Gaza Freestyle Festival raggiunge la Striscia

La nostra avanguardia è entrata, ed è pronta ad iniziare i lavori per uno skatepark con parametri olimpici; solo uno dei progetti del Gaza FREEstyle che anche quest’anno porta il suo contributo di umanità e normalità nell’incubo della prigione a cielo aperto di Gaza, dove quasi 2 milioni di persone sopravvivono ad una delle più grandi crudeltà del pianeta, a poche centinaia di chilometri dalle nostre coste.

Più di 300 tavole da skate portate dall’inizio del progetto, nel 2014, attrezzature sportive e formazione per centinaia di ragazzi coinvolti non solo con lo skate, ma anche con incisioni di brani musicali, arte urbana, tornei di calcio e arti circensi.

Inoltre dedichiamo particolare attenzione ai gruppi di lavoro che organizzeremo sull’emancipazione femminile, perché un popolo non sarà libero fino in fondo se non lo saranno anche le loro donne, vittime di una cultura patriarcale purtroppo molto radicata a Gaza.

Cercheremo di raccontare al meglio, attraverso il nostro gruppo media, tutte le attività, i progressi, ma anche le difficoltà di operare sul campo.

Da oggi fino alla metà inoltrata di gennaio seguite tutti i giorni i nostri aggiornamenti, supportateci ed aiutateci a rompere il silenzio, perché la normalità si ottiene anche attraverso le coscienze delle masse.

Gaza Freestyle Festival

Stiamo entrando!COMUNICATO STAMPALa nostra avanguardia è entrata, ed è pronta ad iniziare i lavori per uno skatepark con parametri olimpici; solo uno dei progetti del Gaza FREEstyle che anche quest'anno porta il suo contributo di umanità e normalità nell'incubo della prigione a cielo aperto di Gaza, dove quasi 2 milioni di persone sopravvivono ad una delle più grandi crudeltà del pianeta, a poche centinaia di chilometri dalle nostre coste.Più di 300 tavole da skate portate dall'inizio del progetto, nel 2014, attrezzature sportive e formazione per centinaia di ragazzi coinvolti non solo con lo skate, ma anche con incisioni di brani musicali, arte urbana, tornei di calcio e arti circensi. Inoltre dedichiamo particolare attenzione ai gruppi di lavoro che organizzeremo sull'emancipazione femminile, perché un popolo non sarà libero fino in fondo se non lo saranno anche le loro donne, vittime di una cultura patriarcale purtroppo molto radicata a Gaza.Cercheremo di raccontare al meglio, attraverso il nostro gruppo media, tutte le attività, i progressi, ma anche le difficoltà di operare sul campo.Da oggi fino alla metà inoltrata di gennaio seguite tutti i giorni i nostri aggiornamenti, supportateci ed aiutateci a rompere il silenzio, perché la normalità si ottiene anche attraverso le coscienze delle masse.In video: ingresso a Gaza del Gruppo Skate

Gepostet von Gaza FREEstyle Festival am Dienstag, 17. Dezember 2019

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *