Gli spazi di via Don Gervasini 37 non devono tornare a marcire nel vuoto

UBnQepCsOsZBuWi-800x450-noPadSoy Mendel è stato sgomberato a fine Luglio e Baggio ha perso per l’ennesima volta di uno spazio di socialità. La struttura che ospitava Soy Mendel è di proprietà comunale e gestita da MM. Dopo lo sgombero ha preso corpo un appello che chiede che gli spazi di Via Gervasini non vengano nuovamente lasciati abbandonati, ma ospitino magari chi fa vivere quotidianamente i territori della periferia. Ecco l’appello:

Soy Mendel è stato sgomberato dagli stabili di proprietà comunale di via Don Gervasini 37 nel quartiere Baggio di Milano.

Che ne sarà di quegli spazi?

Sono stati abbandonati e lasciati vuoti da sempre. Oltre 20 anni di vuoto e tristezza. L’occupazione ha denunciato lo stato d’abbandono dello spazio da una parte e dall’altra la necessità che quelle mura continuino a contenere attività sociali, aggregative, ludiche, culturali e formative.

Don Gervasini 37 deve continuare a vivere, non può tornare a marcire nel grigiume.

Dopo lo sgombero sono apparsi cartelli sui vetri dello spazio nuovamente abbandonato che annunciano un prossimo bando pubblico. Sembra una risposta di comodo. Noi vogliamo la certezza che i cittadini di Baggio possano tornare ad utilizzare quegli spazi per attività sociale, culturale, ludica e formativa.

https://www.change.org/p/comune-di-milano-cittadinanza-attiva-baggese-gli-spazi-di-via-don-gervasini-37-non-devono-tornare-a-marcire-nel-vuoto?just_created=true

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.