L.Oc.K. cambia casa, ma resta in zona

Il Laboratorio Occupato Kasciavìt traloca da via San Faustino 64 al numero 62.

L’esperienza come Laboratorio Occupato (L.Oc.K.) del collettivo Kasciavìt inizia nel 2020 con l’occupazione dell’ex sede della Mondadori di via Trentacoste, nel quartiere Ortica di Milano.
La presenza in quello spazio viene interrotta dopo poco più di una settimana dalle Forze dell’Ordine che lasciano per strada non solo le ragazze e i ragazzi del collettivo, ma anche tutto il materiale e il cibo che il collettivo distribuiva, come brigata volontaria, settimanalmente alle famiglie più bisognose.

La permanenza è stata breve, ma abbastanza per fare affezionare il collettivo al quartiere di Ortica: per questo dopo 8 mesi viene aperto il cancello di Via San Faustino 64.
Lo spazio ospita le attività del laboratorio, cercando di creare un rapporto di scambio e partecipazione attiva con il quartiere.

Dopo quasi un anno di occupazione e di sviluppo di progetti la permanenza del collettivo viene minacciata dai meccanismi del mercato immobiliare: lo spazio al civico 64 viene venduto.
Siamo ai primi di aprile quando arriva la notizia e il collettivo prende una decisione netta, non farsi travolgere dall’evento e individuare subito un altro spazio per poter continuare le attività.

È così che dopo più di un mese di “lavori silenziosi” per mettere in sicurezza il futuro laboratorio, il 15 maggio L.Oc.K. si trasferisce al civico 62; come recita lo striscione sulla facciata: “Senza mai fermarsi”.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.