Insorgiamo! Manifestazione nazionale GKN. Per questo, per altro, per tutto

Il 26 marzo sarà manifestazione nazionale.

Il Collettivo di fabbrica lavoratori GKN e Gruppo di Supporto “Insorgiamo con i lavoratori GKN” ci arrivano forti del miglior accordo possibile nel contesto dei rapporti di forza dato.
Un accordo che peró siamo consapevoli essere ad oggi solo sulla carta e che potrá essere fatto rispettare fino infondo solo dalla lotta: la fabbrica ad oggi é ferma e la reindustrializzazione ancora incerta.

Questa lotta fino ad oggi ha visto operai e solidali, ognuno al proprio posto e con il proprio ruolo, protagonisti di un cammino denso di spunti, dibattito, capacità di sintesi, cura pratica e politica di una fabbrica e della difesa di essa all’interno del contesto a cui essa appartiene: ai lavoratori e alle lavoratrici di questo territorio.
La nostra prospettiva ideale é quella di imporre questo livello di mobilitazione anche sul piano politico generale e così facendo riuscire a farsi norma generale e a dare forza a questa come a tutte le altre vertenze aperte sul territorio nazionale.

Il nocciolo della questione sono e rimangono i rapporti di forza.

Abbiamo compreso che per incidervi dobbiamo aver la capacità di stimolare ed incentivare quella che abbiamo definito come convergenza cioè l’aspirazione a non essere coincidenza, a non ritrovarsi soltanto come sommatoria di esperienze, ma tentare di trovare una sintesi possibile perché lo spazio politico, sociale e sindacale che abbiamo aperto si allarghi, diventi terreno calpestabile per tutti e tutte in termini di agibilità politica, legittimità e uscita dal minoritarismo in cui la controparte cerca sempre di ricacciarci.

Il 26 marzo sarà un momento importante per la costruzione di questo orizzonte.
Il 26 marzo però è oggi.
Il 26 marzo è ogni giorno che ci separa dal momento in cui il corteo si ritroverà e si disporrà nella piazza del concentramento.

Ciò si traduce in attivismo e protagonismo.
Abbiamo detto che non saremo noi a scrivere la piattaforma. Dovrà essere scritta a “mille mani e mille teste”. Ognuno dovrà scrivere la sua parte partendo dal proprio dibattito, dal proprio terreno d’interverto, dalla propria pratica e azione diretta.

Noi vogliamo leggervi e ascoltarvi. Così tutti ci leggeremo e ci ascolteremo. Così inizieremo a metterci nelle condizioni di praticare la convergenza che dovrà essere capacità di relazione tra spaccati diversi ed eterogenei del movimento e del movimento di classe ma sarà anche selezione dialettica, selezione di pratiche e idee.

Per questo chiediamo a tutte le realtà, le organizzazioni, le strutture, i collettivi, le RSU, i comitati e a tutte le esperienze politiche che convergeranno sul 26 marzo di rilanciare quella data, di divulgare il proprio appello e di farcelo pervenire direttamente all’indirizzo mail collettivo.gkn.firenze@gmail.com con oggetto “Piattaforma 26 marzo”.

Questo per noi sarà materiale su cui noi vogliamo lavorare per continuare questo cammino.
Non vogliamo più esser cronaca, vogliamo essere storia. Non vogliamo più esser raccontati ma vogliamo raccontarci. Iniziamo a farlo tra “noi” e per “noi”… un “noi” tanto grande quanto la volontà di ognuno di starci dentro!

Collettivo di fabbrica lavoratori Gkn
Gruppo di supporto “Insorgiamo con i lavoratori Gkn”

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.