Comunicato “1polpoalcuore” – Laboratorio Sociale Occupato Autogestito, Genova

Header web10 anni di occupazione dell’ex facolta’ di economia in via Bertani 1 hanno saputo restituire alla citta’ spazi unici per la libera espressione, la creatività e l’aggregazione. Un laboratorio di idee in cui migliaia di persone hanno sostenuto e partecipato alla creazione di progetti, pratiche e iniziative culturali, come risposta sociale e politica concreta alla crisi che investe la città.

Il successo e il coinvolgimento della cittadinanza in questo percorso confermano la pratica dell’autogestione quale necessità e strumento in grado di garantire la libera fruizione degli spazi senza alcuna esclusione o limite di accesso.
Limite accentuato da una Crisi che ad oggi genera la sottrazione dei servizi pubblici di base e consegna la città agli speculatori.

Il Comune intende vendere l’immobile di Via Bertani 1 per coprire parte del suo enorme buco di bilancio; da subito il Laboratorio Buridda si è detto disponibile al trasferimento in altra sede se adeguata e se non avesse comportato l’interruzione delle attività che quotidianamente vivono in quegli spazi.

In tal senso la trattativa tra comune e centri sociali doveva essere un riconoscimento da parte delle istituzioni a questa esigenza.
Ma per questa amministrazione l’unico elemento di dialogo risulta essere la svendita del patrimonio pubblico.
Per raggiungere tale obbiettivo oggi il Comune blocca un percorso iniziato 6 anni fa, ritrattando le condizioni raggiunte rispetto alla totale assegnazione del mercato del pesce e scaricando il barile a un procuratore che nell’ultimo anno ha dato solo prove di repressione.
Il Comune è il proprietario dell’edifico e l’unico responsabile di un eventuale intervento della polizia.

Ribadiamo che finché non avremo uno spazio adeguato alle nostre attività non cederemo il passo, la risposta in cui crediamo è l’unica che in questi anni abbia sottratto il patrimonio pubblico alla speculazione e all’abbandono, ovvero occupazione, autogestione e lotte sociali.

Abbiamo lottato per ottenere ciò di cui abbiamo bisogno, saremo pronti a conquistarlo di nuovo.

LSOA Buridda
CSA Pinelli
CSA Terra di Nessuno
CSOA Zapata

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.