Contestazione a Forza Nuova. Denunce a esponenti del centro Pacì Paciana

1518897_440068716122567_245536337_nLo scorso 7 Dicembre in pieno centro a Bergamo alcuni attivisti del centro sociale Pacì Paciana sono scesi in piazza per contestare la presenza di Forza Nuova, che ha schierato una decine di militanti a sostegno delle Sentinelle in Piedi. Quest’ultimo gruppo ha promosso negli ultimi mesi una serie di manifestazioni silenziose per dire no alla legge contro l’omofobia: in piedi nelle piazze del centro di Bergamo, in silenzio, con in mano un libro. A far da contraltare, durante ogni presidio, è stata organizzata una contromanifestazione pacifica dei movimenti Lgbtq. Salvo qualche scambio di insulti, non ci sono mai stati scontri.

Il 7 Dicembre la presenza dei militanti di Forza Nuova ha però innalzato la tensione. Al termine del presidio, a cui hanno partecipato anche realtà associative e i movimenti Lgbtq, sono volate parole grosse tra gli esponenti del Pacì Paciana e quelli di Forza Nuova. Le forze dell’ordine schierate in piazza sono intervenute con un paio di cariche contro gli attivisti del centro sociale. Durante le vacanze di Natale sono state recapitate anche molte denunce.  “Ci siamo visti recapitare (insieme ad attivist* di altre realtà e collettivi cittadini) un bel plico di denunce…- si legge nella nota pubblicata sul sito del centro sociale – che la Questura stia facendo un censimento dei movimenti? Solamente così ci possiamo spiegare questa nuova e odiosa operazione repressiva, che sicuramente non ci spaventa. Questa polizia è quella reale, non quella immaginifica dei forconi  – che si leva il casco e sfila in fantomatici cortei quella che copre i benpensanti omofobi che tentano di celare dietro a gesti apparentemente innocui come la lettura silenziosa di un libro, posizioni ottuse come quelle delle Sentinelle in piedi”.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.