[DallaRete] Chiusa con barricate la Banca d’Italia a Venezia verso il #18M a Francoforte

11002694_883342268371078_2438203610888412644_oIniziativa dei centri sociali del Nord Est per lanciare la giornata di mobilitazione europea Blockupy. Corteo selvaggio per le calli di Venezia. #seeyouonthebarricades

Stamane centinaia attivisti dei centri sociali del Nordest hanno chiuso questa mattina con delle barricate la sede della Banca d’Italia a Venezia. Alle 7.30 di stamattina, i manifestanti, con passamontagna color arcobaleno e k-way blu, hanno praticato il blocco della Banca d’Italia, a un passo dal Rialto: un’iniziativa che proseguirà per tutta la mattina, contro uno dei simboli dell’austerità europea.

Riprendendo lo slogan “Save people not banks”, i centri sociali del Nordest lanciano così la mobilitazione del prossimo 18 Marzo a Francoforte, in occasione dell’inaugurazione della sede della Banca centrale europea.

 “La sede della Banca centrale europea è oggetto di una contestazione pluriennale da parte di una coalizione sociale ampia ed eterogena – chiamata Blockupy – che è nata in Germania nel 2012 con un respiro transnazionale. Movimenti sociali, sindacati indipendenti, partiti politici non tradizionali provenienti da diversi paesi hanno dato vita ad una piattaforma politica che, promuovendo manifestazioni, blocchi, sit-in nella city finanziaria europea, vuole delegittimare l’Europa costituita con il Trattato di Maastricht del 1992. Blockupy invita i cittadini europei per partecipare a una giornata di “azione transnazionale” il 18 Marzo a Francoforte”, spiegano gli attivisti.

È duplice il messaggio che si vuole far passare con la chiusura di oggi della Banca d’Italia e con le mobilitazioni di Blockupy a Francoforte il 18 Marzo: “Da un lato, manifestiamo il rifiuto del rigore e dell’austerità della troika; dall’altro, desideriamo così ridisegnare l’Europa in una cornice inclusiva, realmente democratica e sociale, dal basso”.

Verso le 13.00, lasciata la sede della Banca d’Italia ancora serrata dalle barricate, gli attivisti si sono mossi in corteo selvaggio per le calli della città, bloccando il Ponte di Rialto dove sono stati esposti gli striscioni che rilanciavano l’appuntamento di Francoforte.

http://www.globalproject.info/it/in_movimento/chiusa-con-barricate-la-banca-ditalia-a-venezia-verso-il-18m-a-francoforte/18773

 

 

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.