[DallaRete] Repubblica… Che sorpresa!

 

10612964_766223696777923_2081390635057595085_nSono tornati nel posto dove tutto era cominciato e da dove erano stati cacciati la prima volta. Gli attivisti dei centri sociali Zam e Lambretta, ieri (sabato) sera, hanno occupato lo stabile di Via Olgiati (in Barona) che era stato sgomberato nel 2012 (2013). Si tratta di un’azione temporanea – che gli stessi attivisti definiscono con l’acronimo di TAZ (zona temporaneamente autonoma) – per protestare contro la Giunta Pisapia e contro i numerosi sgomberi subiti negli ultimi anni.

La giornata di ieri è iniziata con una manifestazione davanti all’Expo Gate in piazza Cairoli, dove un gruppetto di attivisti dei centri sociali – di fronte ad un corposo schieramento di forze dell’ordine – hanno attaccato striscioni e improvvisato un sit-in.

Intorno alle 19, i manifestanti, si sono spostati in Via Olgiati 12 e hanno riaperto i cancelli dell’ex-spazio industriale di fronte agli sguardi della Digos e di alcuni residenti del quartiere incuriositi. Secondo quanto assicurato dagli stessi manifestanti, l’occupazione durerà forse appena una notte, forse il tempo di una festa.

“Ai tempi lo sgombero sembrava una questione di vita o di morte – hanno spiegato – A più di un anno dai fatti i due stabili in Barona versano in uno stato di degrado ed abbandono vergognosi”.

L’occupazione di Via Olgiati non è l’unica azione in programma.

Per i prossimi due mesi , Zam e Lambretta hanno pianificato una decina di manifestazioni – tra occupazioni, taz e presidi – che si svolgeranno ogni week-end.

Una sorta di percorso, che gli occupanti hanno chiamato “Escalation Tour”, per mantenere alta l’attenzione sul tema degli edifici abbandonati in città e che toccherà tutti i luoghi che negli ultimi tempi sono stati oggetto di sgomberi.

“In questi tra anni dal suo insediamento, la giunta arancione è responsabile, se non per responsabilità diretta, di sicuro per responsabilità politica, di 21 sgomberi di spazi sociali occupati e abbiamo perso il conto degli sgomberi di appartamenti occupati da famiglie indigenti. Mai Milano ha dovuto assistere ad un così elevato numero di interventi delle forze dell’ordine per riconsegnare all’abbandono e al degrado spazi resi vivi e aperti”.

La prossima settimana (sabato 13) è prevista una biciclettata che toccherà proprio alcuni dei luoghi sgomberati negli ultimi mesi, dallo stabile di Via Santa Croce alle palazzine di Piazza Ferravilla.

Un’altra TAZ, invece, è prevista per il fine settimana successivo, mentre il 27 è in programma una manifestazione in Piazza Sant’Eustorgio.

Un’occupazione in piena regola, invece, arriverà il 19 Ottobre in un luogo ancora da stabilire.

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.