Milano, 25 Aprile 2016 – Quartieri e piazze resistenti

Decine di migliaia di persone hanno attraversato il 25 Aprile milanese. Sotto l’articolo di apertura di questa giornata le fotto dei vari quartieri e iniziative resistenti.

—–

adesivo_gc_antifascisti1Il 25 Aprile, giornata della Liberazione dall’occupante nazista e dalla dittatura fascista, a Milano è già iniziato da qualche giorno.

Tante e di diverso tipo le iniziative che hanno preso vita nei quartieri. Come MilanoInMovimento stiamo cercando di documentarle nella loro ampiezza.

Si va dai giri delle lapidi dei tanti partigiani caduti a Milano (hanno iniziato Barona e Stadera) nella lotta di Resistenza al Festival delle culture antifasciste e a Mediterraneo Antirazzista che stanno rendendo più vivo il Parco di Trenno.

Ci sono le iniziative degli studenti di zona Est e il corteo del pomeriggio, non dimenticandosi Corsico dove il nuovo sindaco di destra ha cercato fino all’ultimo di impedire all’ANPI di prendere la parola e il Cimitero Maggiore con l’iniziativa di ANPI e Radio Popolare contro l’intenzione dell’estrema-destra meneghina di omaggiare i caduti repubblichini. Si finisce in serata con Partigiani In Ogni Quartiere.

Si rinnova quindi il ricordo della Liberazione declinandolo nell’attualità del 2016. L’Europa, dopo anni di drammatica crisi economica, spaventata e rancorosa, si richiude in se stessa in preda a un forte vento xenofobo e razzista. La Lega Nord, qui in Italia, soffia sul fuoco della paura cercando di trasformarlo in consenso elettorale prendendo l’egemonia nell’aggregato del centro-destra. Salvini si presenta come “uomo nuovo” cercando di far dimenticare le ruberie e gli scandali degli ultimi anni (tutt’ora in corso).

L’Europa si chiude ai migranti erigendo muri e fa calare una pesante coltre di silenzio sull’esperienza della Rojava in Kurdistan che tanto ha fatto nella lotta contro lo Stato Islamico. Il tutto per compiacere la Turchia dell’autoritario Erdogan perché si faccia carico del “problema profughi”.

Fondamentale quindi ricordare e rilanciare i valori che hanno guidato le decine di migliaia di caduti della Resistenza in Italia, ma anche in Europe perché, va ricordato, la lotta al nazi-fascismo fu una lotta internazionale.

Filmati dal corteo (1 / 2).

Iniziative al Parco di Trenno.

Giro delle lapidi partigiane in Barona.

La commemorazione a Dergano in Bovisa.

Si porta un fiore ai partigiani del Campo della Gloria al Cimitero Maggiore dove si è trovata l’estrema-destra milanese per commemorare chi ha combattuto per l’oppressione nazi-fascista.

La commemorazione della battaglia al Ronchetto in cui, il 25 Aprile 1945, gruppi partigiani bloccarono l’avanzata di una colonna blindata tedesca verso Milano.

Il 25 Aprile a Corsico dove, nonostante le minacce del sindaco e della giunta di destra, centinaia di persone hanno cantato a squarciagola “Bella Ciao”.

Più di un migliaio di persone allo spezzone delle Nuove Resistenze con Curdi, Palestinesi e rifugiati.

Il ricordo ad Affori.

La commemorazione a Niguarda, quartiere di grande tradizione partigiana.

Il 25 Aprile in Stadera-Chiesa Rossa.

La commemorazione in Vigentino passando anche dai monumento per Franceschi e Dax.

Il corteo antifascista degli studenti di Milano Est partito dal Donatelli.

Il corteo antifascista in Isola.

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.