scioperi

Partigian* in ogni strada – Lo sciopero generale antifascista del marzo ’44

20 Apr , 2020 - MILANO

Partigian* in ogni strada – Lo sciopero generale antifascista del marzo ’44

L’arma dello sciopero era stata da tempo messa al bando dal regime fascista. Il Codice Rocco del 1930 lo aveva espressamente vietato, ma già nel 1925 il Patto di Palazzo Vidoni aboliva il diritto di scioperare. Ciononostante fino all’attuazione della Carta del Lavoro del 1927 il Partito Comunista clandestino riuscì ad organizzare diverse mobilitazioni nelle […]

Altro che «essenziali»: in 12 milioni al lavoro. I sindacati: sciopero

24 Mar , 2020 - IN EVIDENZA

Altro che «essenziali»: in 12 milioni al lavoro. I sindacati: sciopero

Sotto il pressing di Confindustria il governo lascia aperti 80 settori. Oggi nuovo incontro governo-Cgil, Cisl, Uil. Che chiedono di ridurli. I metalmeccanici di Lombardia e Lazio si fermano domani. Proteste già in molte fabbriche già ieri. Doveva chiudere tutte le «attività non indispensabili». Ha chiuso ben poco, anche sotto le pressioni continue e non […]

Blocco delle attività – Fatta la legge, trovato l’inganno

23 Mar , 2020 - PRIMO PIANO

Blocco delle attività – Fatta la legge, trovato l’inganno

E alla fine la montagna partorì il topolino. Sì, perché dopo un week-end frenetico di ordinanze e decreti sia a livello locale che a livello centrale, spesso e volentieri in contraddizione tra loro, si è arrivati al decreto di ieri sera che impone ulteriori chiusure. Ulteriori chiusure, ma anche un sacco di aperture. L’elemento più […]

«Premio a chi lavora», proteste alla Dema

20 Mar , 2020 - IN EVIDENZA

«Premio a chi lavora», proteste alla Dema

Accordi di Cig in Electrolux, Whirlpool, Marelli e Hitachi. Si Cobas e Adl Cobas bloccano la logistica. Rider, commercio e Autogrill: sindacati chiedono riduzioni. Colf e badanti fuori da ammortizzatori. Il mondo del lavoro in ordine sparso accomunato dalla poca sicurezza. Ad una settimana dalla firma del Protocollo imprese-sindacati per il settore privato un primo […]

Scioperi spontanei degli operai in fabbrica

13 Mar , 2020 - IN EVIDENZA

Scioperi spontanei degli operai in fabbrica

La protesta dei lavoratori costretti al turno senza precauzioni nelle aziende rimaste aperte nel nord Italia. Conte convoca i sindacati. Quanto si è visto ieri è il mondo operaio che è tornato a parlare con una sola voce. L’incredulità e la rabbia di chi chiede di essere considerato come tutti gli altri lavoratori. Una rabbia, […]

Pressioni di Mosca su Salvini per fermare gli scioperi

25 Lug , 2019 - IN EVIDENZA

Pressioni di Mosca su Salvini per fermare gli scioperi

 L’ambasciatore russo scrive al ministro per le proteste al petrolchimico di Siracusa. Non c’era un problema di ordine pubblico né tantomeno l’esigenza di «tutelare» i flussi turistici, giustificazione, inserita nell’ordinanza, che aveva suscitato ilarità ma soprattutto indignazione nei sindacati. A spingere il prefetto di Siracusa, Luigi Pizzi, a firmare il provvedimento con il quale a […]

Libri senza pace

17 Mag , 2019 - CULTURE

Libri senza pace

Commissariata dalla magistratura Ceva Logistics Italia srl. Non c’è pace per il mondo dell’editoria italiano che, lo ricordiamo, nonostante tutto, rimane il primo mercato culturale del paese. Non c’è pace e forse è un segnale positivo. E’ di ieri la notizia della decisione del Tribunale di Milano di mettere in amministrazione giudiziaria Ceva Logistics Italia […]

[DallaRete] Niente compromessi, Almaviva chiude Roma e licenzia tutti

31 Dic , 2016 - NEWS STREAM

[DallaRete] Niente compromessi, Almaviva chiude Roma e licenzia tutti

Call center. Per strada 1.666 dipendenti. Il gruppo delocalizza in Romania. Licenziati. Tutti. Almaviva non ha accettato nessun compromesso con i suoi 1.666 dipendenti di Roma – da questa mattina già ex – e ha chiuso le porte anche all’ultimo tentativo di accordo al ministero dello Sviluppo. Molti di loro lavoravano per la multinazionale dei […]

[DallaRete] Ricatto Almaviva, il difficile no dei romani

23 Dic , 2016 - NEWS STREAM

[DallaRete] Ricatto Almaviva, il difficile no dei romani

Lavoro. Tre mesi di cassa integrazione per negoziare meno salario e diritti, altrimenti il colosso dei call center sposta tutto in Romania. Il governo complice dell’azienza, le Rsu di Napoli firmano, quelle di Roma no. E devono subire così 1.666 licenziamenti. Possiamo solo immaginare cosa possa voler dire per un delegato firmare per il proprio […]