Via la Fiom dalla fabbrica!

L’accordo di Pomigliano è stato esteso a tutto il gruppo FIAT. Da gennaio Il contratto nazionale dei metalmeccanici verrà rimpiazzato dall’accodo di Pomigliano (120 ore di straordinario non contrattabili con il sindacato, riduzione delle pause, aumento dei turni di lavoro, norme speciali sull’assenteismo: i primi 2 giorni di malattia non sono pagati se la percentuale di assenteismo in fabbrica supera il 3%,5 ma soprattutto divieto di sciopero sui punti sanciti dal contratto…).

Ciao ciao alle rsu, arrivano le rsa, i rappresentanti aziendali sindacali…che guarda caso, rappresentano solo i sindacati che hanno firmato l’accordo.

La Fiom è fuori. Fuori perchè non accetta deroghe alla statuto dei lavoratori.

Per Marchionne oggi è una giornata di innovazione, cambiamento, svolta.

Per noi è l’ulteriore svilimento del lavoro e dei diritti fondamentali dei lavoratori, diritti che non solo la maggior parte dei precari non conosce (malattia e ferie non pagate, straordinari illimitati e non retribuiti, pause? sciopero?), ma che ora verranno usurpati anche a quei pochi che ne hanno potuto godere.

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.