#20Maggio – Una manifestazione contro i muri e le leggi razziste non può essere una sfilata filogovernativa


Dichiarazione della piattaforma Nessuna Persona è Illegale.

18485577_380242109037199_9194166443711381264_n
image-48456

La manifestazione del 20 Maggio sarà un appuntamento importante per tutti e tutte coloro che credono in una società inclusiva ed aperta, nei diritti per ogni persona, e si oppongono a leggi discriminatorie verso gli stranieri: si chiamino Bossi-Fini, turco Napolitano, Minniti-Orlando.
Per questo il corteo che attraverserà la città non può essere trasformato in una sfilata filogovernativa, che metta in primo piano chi ha appoggiato e sostenuto queste leggi invise a chi parteciperà.
E’ un nodo politico importante che travalica i confini della nostra piattaforma, e che gli organizzatori devono prendersi la responsabilità di chiarire.
La nostra piattaforma guarda ben oltre il 20 Maggio con proposte concrete e subito fattibili, ad iniziare dal Comune di Milano, e da costruire sul piano nazionale ed europeo. Proposte che possono essere condivise o meno, ma non ignorate od oscurate. L’impegno per un’accoglienza dignitosa e contro le derive razziste e securitarie è una questione di merito e non di convenienze politiche.
In altre parole, non si può dire che una cosa va male se la fa Salvini, ma va bene quando la fa il Pd. Non si può dire superare la Bossi-Fini e poi essere reticenti sulla legge Minniti-Orlando, che ne è legittima figlia culturale e politica.
La critica alla legge Minniti-Orlando non arriva solo da noi. Basta leggere molte adesioni all’appello “Milano senza muri” da parte di molte organizzazioni, grandi e piccole, per trovarvi un’adesione con l’aggiunto di un NO secco alla Minniti-Orlando.
E noi pensiamo che il corteo debba dirlo apertamente. Anzi proponiamo a tutto il corteo di farlo insieme.
Nessuna Persona è Illegale è una piattaforma ampia, che comprende soggetti impegnati da anni nell’accoglienza, associazioni, realtà sindacali e studentesche, collettivi, spazi sociali e forze politiche. Le proposte che abbiamo elaborato sono la nostra ossatura. Per questo riteniamo che il 20 Maggio non si possa stare in silenzio di fronte a queste contraddizioni, siano esse alimentate dalla Lega, dal M5S, dal PD.
Riteniamo che questo dissenso dal governo e dal suo azionista di maggioranza, certamente scomodo per qualcuno, non possa essere “nascosto” in coda e a distanza, come una partecipazione di serie B, solo utile a far numeri di cui altri trarranno profitto politico. Non potrà essere così.

Milano, 17 Maggio 2017

Pubblicato da Matteo, il 18 maggio 2017 alle 11:03

Speak Your Mind

*