Odio il Lunedì – Cascina Torchiera in trasferta a Palazzo Marino

La voce della Cascina Torchiera scuote il Palazzo
Odio il lunedì…in trasferta!

Ogni maledetto lunedì da anni viviamo all’insegna della convivialità, della musica, del mercato bio e della libera aggregazione: lunedì 13 luglio, alle ore 18, portiamo la Torchiera sotto le finestre del Comune.

Torchiera sotto attacco? Chiamata alle arti!
Il Comune di Milano ha pubblicato un avviso per valutare l’interesse su 25 immobili tra cui la nostra Torchiera e lo spazio Ri-Make. Con 27 anni di autogestione alle spalle, non siamo così ingenui da stupirci. Quel che riteniamo inaccettabile è la grottesca definizione di “luoghi rimasti a lungo senza identità”, quando potremmo stilare un interminabile elenco di artiste, intellettuali, ricercatori e liber* cittadin* che da decenni attraversano questi spazi aiutandoci a costruire dal basso eventi culturali e nuove forme di socialità.
E’ tempo di uscire dall’aia e portare il nostro odiato lunedì di fronte alla giunta che ci vede come un vuoto da valorizzare, piuttosto che una sorgente di vita in una metropoli sempre più arida.

Dalle ore 18:00 porteremo in piazza le nostre attività:
– Performance #Mercartork
– Per la serie #Bibliotork – presentazione del libro “Attitudine riottosa. Anarcopunk in UK” di Giulio D’Errico (AgenziaX, 2020) con l’autore e l’editore.
– Ottoni a Scoppio
#Giocoleria – Artist* #Circensi#Teatro
– Libere #danze sulla vera terra di Milano aperte a tutti
#YOGA

All’iniziativa aderiscono diverse realtà con interventi e atti performativi.

L’evento si svolgerà nel rispetto delle regole sul distanziamento.

Cascina Autogestita Torchiera SenzAcqua
torchiera.noblogs.org

Tag:

2 risposte a “Odio il Lunedì – Cascina Torchiera in trasferta a Palazzo Marino”

  1. alfredo simone ha detto:

    care compagne e cari compagni, probabilmente poche/i sono quelle/i che ho conosciuto nel secolo scorso! In ogni caso mando a tutte/i voi un enorme abbraccio solidale! HLVS! Alfredo

  2. VoxPopuli ha detto:

    Abito in musocco da oltre 20 anni. E da allora sopporto a denti stretti la vostra occupazione di un bene PUBBLICO.
    Non è vero che fate eventi aperti al sociale, fate invece un sacco di baccano fino a notte fonda infiascondevene di regole e legalità e la gente che al mattino deve alzarsi per andare a lavorare, troppo spesso è costretta a non poter riposare perché voi suonate musica a volume altissimo fino alle prime luci dell’alba!
    Per non parlare di chi ha bambini piccoli. Io le mie bimbe le dovevo cullare quando si svegliavano in piena notte spaventate dal vostro inquinamento acustico!
    Questo è rispetto del prossimo?
    E i muri delle abitazioni private continuamente imbrattati dai vostri esponenti, che cosa sono: libere espressioni artistiche a danno altrui?
    Non badate a nulla se non ai vostri egoistici interessi.
    Torchiera è chiusa ai residenti del quartiere se non fanno parte del vostro “clan”. La aprite solo per il mercatino e poco altro ma non mi avete aperto in altre occasioni. Mi avete impedito l’accesso. Con che diritto dato che siete ABUSIVI?!?
    Il quartiere ha bisogno di uno spazio multifunzionale per gli anziani e per i bambini e anche gli adolescenti che non hanno dove andare. Voi spadroneggiate con un bene PUBBLICO.
    Cianciate di diritti calpestando quelli altrui. Siete degli usurpatori cui il Comune ha sempre concesso troppo!
    Perpetrate da anni un’ingiustizia ai danni di tante persone oneste che vogliono vedere riconosciuto il loro diritto allo sfruttamento di un bene PUBBLICO.
    Se fossi vostra madre mi vergognerei di avere figli tanto ottusi e prepotenti.
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.