Oltre 20.000 a Milano contro fascismo e razzismo – Comunicato dei promotori della Marci antifascista e antirazzista


OLTRE 20.000 A MILANO CONTRO FASCISMO E RAZZISMO

Oggi a Milano oltre 20.000 persone sono scese in piazza in solidarietà alla comunità antifascista di Macerata, rispondendo a un appello nato dal basso, rifiutandosi di stare in silenzio come avrebbe voluto qualcuno di fronte ai fatti di Macerata. Ad attraversare le vie della città uomini, donne, bambini, migranti, autoctoni, comunità lgbtqi, cittadine e cittadini uniti dalla lotta contro il fascismo e il razzismo.
Da Milano a Macerata oggi decine di migliaia di persone hanno attraversato le vie delle città contro la violenza fascista, razzista e sessista, in solidarietà alle vittime e ai partigiani di Macerata.
Quello che è successo a Macerata non si chiama “follia”, ma si chiama fascismo, si chiama razzismo, ed è lo stesso che ha ucciso Abba nel 2008 a Milano, lo stesso che ha ucciso Modou e Mor, Ibrahim, Emmanuel e purtroppo tanti altri.
La risposta della città Medaglia d’Oro alla Resistenza è chiara: la Milano che vogliamo è una città meticcia e antirazzista, che vede nella diversità una ricchezza e rifiuta ogni tipo di discriminazione.
Rifiutiamo il razzismo, promosso dalle politiche di questo Paese e dall’Europa, che chiamano “decoro” e “sicurezza” il peggior razzismo istituzionale.
Rifiutiamo le retoriche razziste di chi, seduto in poltrona, soffia sulla paura puntando il dito contro il capro espiatorio, il migrante.
Rivendichiamo la chiusura delle sedi nazi-fasciste, chiediamo a gran voce di smettere di dare agibilità ai neo-fascisti.
Ribadiamo che Milano ama la libertà e odia il razzismo, portiamo solidarietà alle vittime di Macerata e ai partigiani che oggi hanno deciso di far sentire la loro voce e sono scesi in piazza.

I promotori della Marcia Antifascista e Antirazzista.

Il comunicato

Pubblicato da Matteo, il 11 febbraio 2018 alle 14:13

Speak Your Mind

*