Lo Stato turco evacua i villaggi a Shebba e ad Efrîn per l’invasione


shebba-700x325
image-50067
In linea con le politiche di invasione dello Stato turco, i villaggi curdi sulla linea di confine con Shebba ed Efrîn e sulla linea Marea-Til Rifat stanno per essere evacuati in preparazione della dichiarazione di zona militare. Lo Stato turco continua a fare scorta di armi e forze ad Azaz, Rai, Exterîn e Marea per invadere Efrîn e Shehba e sta cercando di aprire una nuove zone di stoccaggio. Lo Stato turco ha già costruito ampliamenti negli avamposti esistenti nella zona, e adesso hanno dichiarato alcuni villaggi “zone militari”.

Villaggi curdi evacuati

Agli abitanti di villaggio è stato dato tempo per evacuare i villaggi a Azaz, Exterîn, Rai e Shehba. I villaggi curdi sono quelli al  cofine di Jaysh Al Suwar e delle forze delle YPG di Shebba. I villaggi costretti ad evacuare in un giorno sono: Ğuz, Tweys, Qubbesin, Eble, Tel Tana, Teletin, Şudud e Baruze.

Agli abitanti di villaggio è stato detto che i villaggi sono stati dichiarati zona militare per gli attacchi a Shebba, e che hanno bisogno di evacuare la zona in modo che possano essere così fatti più stoccaggi.

Gli abitanti di villaggio: “peggio di ISIS”

Un abitante di villaggio di Shudu che desidera rimanere anonimo ha affermato che lo Stato turco non è differente da ISIS e ha proseguito:

“Gruppi turcomanni che sono gruppi alleati della Turchia hanno assunto il nostro villaggio per un po di tempo. È stato solo l’inizio della rivoluzione di allora.  Alcuni gruppi non erano pienamente sotto il controllo della Turchia. Erano realmente turcomanni così non ci hanno fatto troppa pressione. Poi Al Nusra e ISIS hanno preso il nostro villaggio. Nei nostri confronti erano oppressivi. Hanno confiscato parte delle nostre proprietà. Ma lo Stato turco ci ha detto: ”Non avete nessuna attività , non appartenete a questo posto, andate dove volete. Quello che ci hanno fatto lo Stato e l’esercito turco non ce lo ha fatto nemmeno ISIS”.

Villaggi evacuati dai comandanti dell’esercito turco

La Turchia sta cercando di nascondere i propri piani di attacco e di invasione dietro la comunità internazionale insieme ai loro gruppi alleati, la lo stoccaggio che hanno fatto nella zona dimostra quello che stanno facendo con le loro forze armate. Nel frattempo, anche se cercano di dimostrare che i cosiddetti gruppi del FSA stanno attuando le evacuazioni, gli abitanti di villaggio dicono che sono i funzionari dell’esercito turco che ordinano l’evacuazione dei villaggi.

Un abitante di villaggio che desidera rimanere anonimo afferma quanto segue:

“Lo Stato turco sta cercando di far  apparire che sia ovunque l’FSA ovunque e che essi stanno facendo queste cose. Conosciamo i gruppi FSA molto bene. Conosciamo chi fa parte di questi gruppi”.

I gruppi che la Turchia cerca di spingere come FSA hanno quasi zero siriani tra di loro. E i siriani effettivi sono individui che lavorano per l’intelligence turca MIT. Essi in passato sono stati agenti del regime Baath, e adesso lavorano per il MIT turco. Coloro che ci hanno chiesto di lasciare i nostri villaggi, la persone c he parlano con noi di questo argomento , erano funzionari del governo turco. Non parlano nessuna lingua oltre al turco”.

Le istituzioni internazionali sono addormentate?

L’abitante di villaggio di Tweys sottolinea che entrare nel territorio di un paese con il proprio esercito e comandanti chiedendo l’evacuazione di un villaggio, è scandaloso, e criminale secondo il dritto internazionale, che i tratta di un invasione e ha continuato:

“Questo è il nostro paese, la nostra terra. Nessun esercito può rimuoverci. All’inizio gli Stati Uniti, la Russia e molti altri paesi avevano parlato dell’integrità territoriale e dell’unità della Siria. Ma adesso, l’esercito dello Stato turco è entrato nel nostro territorio, ha invaso l nostre terre, e sta spingendoci fuori dai nostri villaggi e dalle nostre case. Nessuno sguardo da nessuna di queste istituzioni. Tutte le istituzioni che sono in silenzio davanti a questa invasione sono addormentate? Se non sono addormentate sono complici di questa istituzione. Come cittadini siriani vogliamo che  sappiano che vediamo questo e che lo sappiamo.Quando arriva il giorno, vogliamo che sappiano che li utilizzeremo anche secondo il diritto internazionale“.

La popolazione di Marea minacciata di “essere pronta”

Mentre l’esercito turco vuole dichiarare i villaggi curdi zona militare ed evacuarli, alla popolazione di Marea è stato chiesto di essere preparati. Alla gente è stato detto di evacuare Marea in due ore quando comincerà l’attacco a Shebba, e che saranno informati due ore prima.

Da ReteKurdistan

Lo Stato turco evacua i villaggi a Shebba e ad Efrîn per l’invasione

Pubblicato da Matteo, il 3 luglio 2017 alle 11:07

Speak Your Mind

*