Dagli USA a Milano: SMASH Trump! #disruptj20 [una fotogallery]

Nella serata di ieri un centinaio di attivisti ha presidiato il Consolato americano di Milano in contemporanea con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente Donald Trump.  L’iniziativa si è svolta mentre a Washington si svolgevano dimostrazioni di protesta dei movimenti americani. Per oggi è invece prevista una marcia delle donne.

Trump, come altri, rappresenta il poderoso vento reazionario che sta soffiando sull’Occidente piegato da quasi 10 anni di crisi economica. Le sue ricette si impongono anche di fronte ai fallimenti di 8 anni di amministrazione democratica di Obama che è stato incapace di porre un limite allo strapotere delle banche e della grande finanza, che non è riuscito a diminuire le disuguaglianze che anzi hanno continuato ad aumentare ed è stato perdente anche sul fronte della lotta al male ancestrale che tormenta gli Stati Uniti dalla loro nascita: il razzismo.

Alcuni leggono la vittoria di Trump come una vittoria “anti-sistema”, ma se si guarda appena sotto la superficie egli è perfetta espressione di quel neo-liberismo che ha causato l’attuale devastante crisi con un governo infarcito di finanzieri e uomini di Wall Street.

Qui l’appello dell’iniziativa

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.