Di ritorno dalla Palestina, con i nostri compagni in Kurdistan – 13 Aprile @ Csoa Lambretta

Gaza Freestyle Festival 2018 e Csoa Lambretta 
(in collaborazione con Assopace Palestina)

Da quando siamo nati come centro sociale Lambretta abbiamo deciso e scelto di sostenere e appoggiare il popolo palestinese e il popolo curdo.
Abbiamo scelto di camminare con loro, di combattere insieme in un processo di autodeterminazione che va avanti da decenni.
La dignità umana e politica che queste popolazioni esprimono sono parte della motivazione che ogni giorno riceviamo per continuare la nostra lotta internazionalista.
Parola grossa vero? L’internazionalismo per noi significa provare a mettere in pratica la nostra identità quotidiana dentro ad un percorso rivoluzionario, anche quando diventa armato.

Sosteniamo le migliaia di palestinesi che da venerdì scorso stanno presidiando il confine di Israele con l’intenzione di dare un segnale al mondo intero.
Un grido di disperazione umano, copertoni di macchina incendiati, contro mirini di precisione sulle spalle dei migliori tiratori scelti del mondo.

Sosteniamo e appoggiamo chi oggi ha scelto di non abbandonare Afrin, di resistere alle bande Islamiste fasciste guidate e sostenute dal governo turco.

Crediamo che il confederalismo democratico sia uno strumento fondamentale di lettura del presente. La rivoluzione della donna in Siria del Nord ha segnato profondamente in nostro agire quotidiano.

I Curdi e i Palestinesi subiscono da decenni massacri e violazioni sistematiche dei diritti umani, abbandonati e screditati costantemente dal sistema mediatico mondiale. Usati spesso come merce di scambio per giochi tra le potenze mondiali. Rimangono da sempre popoli senza terra e senza pace.

Cogliamo quindi l’occasione del nostro rientro dalla Palestina, assieme ad Assopace Palestina, per provare a discutere e mettere in luce le contraddizioni che viviamo tra islam politico e lotta rivoluzionaria in Medioriente.
Qual’è il ruolo di Erdogan e Netanyahu oggi nel mondo? Parlare di comunismo in Palestina oggi cosa significa? Erdogan oggi è diventato ambasciatore di tutti i musulmani? Sostenere il popolo palestinese e il popolo curdo significa rifiutare l’autoritarismo fascista? Perchè?

La serata inizierà alle 18.00 con la proiezione di un breve video che restituisce l’esperienza della carovana GazafreestyleFestival2018 che tornerà il 10 Aprile.

In seguito interverrà Luisa Morgantini di Assopacepalestina, poi inizierà il dibattito:
Francesca Sironi (Espresso) intervista:
Davide Grasso (corrispondente di Infoaut in Siria Iraq e Turchia) e
Progetto Palestina (Torino)

Saranno invitati tutti gli esponenti delle comunità curda e palestinese, per una serata di solidarietà internazionale.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *