Gli studenti non si fermano. Occupato il Carducci

Un’altra scuola occupata a Milano.

Venerdì scorso è stata una giornata di mobilitazioni studentesche con un grande corteo a Roma e manifestazioni in diverse città tra cui Torino. Nel week-end si è svolta, sempre nella capitale, una partecipatissima assemblea nazionale del movimento degli studenti che è terminata con un blitz al MIUR.

La settimana si apre con la notizia dell’occupazione del liceo Carducci che segue a ruota le mobilitazioni del Manzoni, del Severi-Correnti, del Berchet e di altre scuole. Per venerdì prossimo alle 9,30 è prevista un’iniziativa proprio davanti al Manzoni nel solco della rabbia esplosa dopo la morte di Lorenzo, il giovane diciottenne ucciso al suo ultimo giorno di Alternanza Scuola-Lavoro travolto da una trave in provincia di Udine.

La piattaforma dei ragazzi e delle ragazze del Carducci è articolata e condivisibile e chiede tra le altre cose:

-Investimenti nella scuola (e nell’edilizia scolastica) e aumento degli stipendi per i docenti.
-Interventi a tutela della salute mentale dopo due anni di devastante pandemia.
-La fine della scuola-azienda e del perverso modello dell’Alternanza.
-La fine delle classi pollaio.
-La revisione del sistema di valutazione e interventi di formazione pedagogica.

Rivendicazioni occupazione Carducci 2022

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.