17 denunce per la manifestazione del 12 Dicembre 2014

10849819_10205868748906491_726634878630743983_n
image-38889
L’Agosto milanese, oltre a una serie di sgomberi di spazi sociali, ha portato cattive notizie anche dal punto di vista giudiziario.

Sono infatti 17 le denunce emesse della magistratura milanese contro studenti e attivisti che animarono il corteo del 12 Dicembre 2014.

Quel giorno la metropoli venne attraversata da diverse manifestazioni in occasione dello sciopero generale indetto contro il Jobs Act del governo Renzi.

Il governo italiano, al di là della retorica e della propaganda, si è mosso in perfetta adesione alle politiche d’austerità dettate dalla Troika.

In pochissimi mesi la maggioranza a trazione PD è riuscita in quello che anni di governi di destra non erano riusciti: innalzamento dell’età pensionabile, attacco ai diritti del mondo del lavoro, attacco al mondo dell’istruzione e della sanità pubblica con politiche di ulteriore privatizzazione.

Guarda caso…le stesse “riforme” chieste alla Grecia per evitarne il default in questo mese di Luglio…

Ma torniamo al 12 Dicembre 2014…

Quel giorno un nutrito corteo studentesco si affiancò alla piazza sindacale sfilando, oltre che contro la legge che attaccava duramente i diritti dei lavoratori anche contro la “Buona Scuola”, la famigerata riforma della Ministra Giannini (contestata nel Maggio 2015 da un riuscitissimo sciopero della scuola).

La manifestazione si concluse davanti alla Regione Lombardia, responsabile di tagli ai fondi destinati al diritto allo studio e della complicità con il sistema di speculazioni, tangenti e malaffare legati al grande evento di Expo 2015.
In piazza Duca d’Aosta svariati studenti, travestiti da Babbo Natale, portarono dentro la Regione dei pacchi regalo e delle grandi forbici di carta simboleggianti i tagli “regalati” dal Consiglio Regionale proprio quel mese.

Di fronte alla scomposta reazione delle Forze dell’Ordine fatta di manganellate e fitto lancio di lacrimogeni il corteo reagì in modo compatto e unitario non disperdendosi, ma proseguendo verso il nuovo palazzo della Regione.

Quella giornata andava ad inserirsi nel particolare Autunno milanese fatto di cariche e lacrimogeni nei quartieri contro chi lotta per il diritto alla casa e nelle piazze studentesche per chi lotta per il diritto al sapere.

Solidarietà a tutti i denunciati!

Tag:

Una replica a “17 denunce per la manifestazione del 12 Dicembre 2014”

  1. […] macinare processi contro attivisti politici a ritmo serrato. Di pochi giorni fa è la notizia della fissazione dell’udienza preliminare ad Ottobre per il corteo studentesco del 12 Dicembre 2014 … Una giornata di lotta, quella, contro i finanziamenti alle scuole private e il Jobs […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *