[DallaRete] Expo: tutti i conti (truccati) del grande evento inutile

12241764_1005440126144296_8994207295119008268_n
image-40060
Expo.

L’operazione repressiva contro una quindicina di manifestanti (italiani e greci) del corteo del 1 maggio a Milano contro l’apertura del grande evento inutile arriva nello stesso giorno in cui  “Il Fatto Quotidiano” certifica come Soluzioni Expo Spa abbia un buco negativo da oltre 400 milioni di euro, al netto del costo dei terreni e di ulteriori extracosti.

Per evitare il collasso, il governo sta predisponendo il decreto per il dopo-Expo (andrà in Consiglio dei ministri domani, venerdì 13 novembre): il testo verrà limato dopo l’incontro a Roma di oggi, giovedì 12 novembre, ra i vertici di Expo Spa (che ha gestito l’evento) e di Arexpo Spa con l’esecutivo.

A coprire i debiti arriverà Cassa depositi e prestiti, in particolare dentro Arexpo, società che ha comprato l’area (a debito) dai privati a dieci volte il prezzo di mercato.

I dati per ora disponibili su Expo dimostrano nel frattempo anche un altro fatto, denunciato da mesi dal movimento No Expo, ossia il flop generale tra costi e ricavi. Il punto di pareggio della gestione del grande evento inutile è pari infatti a 960 milioni di euro. Negli annunci di maggio i ricavi da biglietti valevano 530 milioni (24 milioni di ticket a un prezzo medio di 22 euro), ridotti in corso d’opera a soli 380 milioni (19 euro medi per 20 milioni di biglietti), dato comunque sovrastimato, dato che i visitatori “veri” sono stati 19 milioni circa: un numero che si ottiene togliendo agli annunciati 21,5 milioni, spiega sempre “Il Fatto Quotidiano”, i 14mila addetti al sito che entravano ogni giorno, per 180 giorni, sono entrati a Expo.

Ne abbiamo parlato con Abo, della redazione milanese di Radio Onda d’Urto oltre che della rete Attitudine No Expo.

Clicca qui per ascoltare o scaricare l’audio con Abo.

http://www.radiondadurto.org/2015/11/12/expo-tutti-i-conti-truccati-del-grande-evento-inutile/

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *