[DallaRete] Isis rientra a Kobane, violenti combattimenti tra curdi e jihadisti

1982362_858671260869804_7281999078111813704_nI jihadisti dello Stato Islamico hanno sfondato le prime difese dei combattenti curdi con un camion bomba guidato da un kamikaze. Per ora almeno otto morti. I feriti sono decine. Ora sono in corso intensi scontri a fuoco. 

I miliziani dello Stato islamico (Isis) sono entrati nuovamente nella città di Kobane, al confine tra Siria e Turchia, da dove erano stati cacciati nei mesi scorsi dopo una resistenza eroica dei combattenti curdi. Secondo le prime notizie,  un kamikaze dell’Isis, pare a bordo di un camion imbottito di esplosivo, si è fatto saltare in aria contro le prime linee di difesa della città.  Almeno otto persone sono rimaste uccise nell’esplosione, non è chiaro al momento se civili o uomini delle Ypg, le unità curde di difesa terrotoriale. Subito dopo sono divampati nelle strade intensi combattimenti con armi automatiche tra i guerriglieri curdi e i jihadisti che, a centinaia, hanno attaccato la città.

Un medico, Welat Omer, ha detto all’agenzia britannica Reuters che l’esplosione del camion-bomba ha causato decine di feriti oltre ai cinque morti. Un combattente delle Ypg da parte sua ha spiegato che l’attacco a sorpresa dell’Isis, cominciato quando era ancora buio, è avvenuto su tre punti diversi di Kobane.

Le forze curde avevano ripreso il controllo di Kobane a gennaio, dopo mesi di combattimenti sanguinosi costati la distruzione di ampie parti della città, oltre a centinaia di morti e la fuga verso la Turchia di decine di migliaia di civili. L’Isis  negli ultimi tempi appariva in difficoltà contro i combattenti curdi che nei giorni scorsi avevano liberato anche la città di Tal Abyad. Invece, a sorpresa, i jihadisti sono tornati all’attacco a Kobane e, secondo notizie diffuse da siti arabi, sarebbero riusciti ad avanzare anche nella provincia di Hasakeh.

http://nena-news.it/isis-rientra-a-kobane-violenti-combattimenti-tra-curdi-e-jihadisti/

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.