365 giorni da MiM: un anno vissuto analiticamente

ImmagineCiao, sono MiM, e sono cresciuto. A Ottobre compirò 4 anni. Per un sito internet, è quasi la maggiore età. Per questo, ho deciso di guardare indietro all’ultimo anno, e vedere come sono cambiato.

Per prima cosa, ho un sacco di amici: ben 171.118 utenti unici mi hanno visitato nel 2014, il 62% in più rispetto al 2013!
Questo vuol dire che ogni giorno, in media, ho incontrato 473 persone, che hanno guardato 1.260 pagine ogni 24 ore (cioè 454.44 in tutto l’anno, il 57% in più rispetto all’anno precedente)!
Ho anche conosciuto un sacco di persone nuove: il 57% di questi visitatori, infatti, non li avevo mai visti prima!

Ho visto che molti di questi amici (il 34%) hanno usato un telefono per visitarmi. Purtroppo, chi mi visitava dal telefono non restava molto con me (quasi il 20% in meno) e spesso se ne andava senza nemmeno salutare (una brutta cosa che si chiama bounce rate, più alto del 7%).
Apposta per loro, da quest’anno ho finalmente un fratellino piccolo, con cui si troveranno sicuramente meglio: infatti è appena nata la versione di MiM per mobile! Certo, è molto piccola e deve ancora imparare un sacco di cose, ma spero che crescerà bene.

Agli amici piace tenersi in contatto come me: ho quasi 8.000 likes su Facebook! Ovvio, perchè sono amici da tutto il mondo, quindi non possono sempre passare a trovarmi: il 92% vive in Italia, ma molti vengono da Regno Unito, Germania, Usa, Francia e Spagna (più di 1.600 per ognuno di questi stati!).
Una cosa che mi fa molto piacere è che, anche se ho “Milano” nel nome, i miei amici italiani vengono da tutta la penisola: il 58% è meneghino, quindi il 42% viene da tutto il resto d’Italia, prima di tutto da Roma (8%).

Devo dire, però, che i miei amici milanesi sono i più affezionati: passano il 18% del tempo in più con me, rispetto agli altri! Per fortuna, quindi, che il 46% dei nuovi amici che ho conosciuto quest’anno sono milanesi!
Mi piace anche sapere come i miei amici vengono da me. Il 62% mi trova attraverso i social media, di cui il 95% via Facebook (forse ora che sono grande posso inziare a gestire bene il mio account Twitter?).
Il 20% mi trova su Google, mentre il 15% mi conosce così bene che scrive direttamente “Milanoinmovimento.com”!

Purtroppo, agli amici in generale piace farmi visita nei momenti brutti, quando i miei fratelli di Zam e Lambretta vengono sgomberati, o quando la polizia carica e fa “piangere” i ragazzi di Rete Studenti e CASC. Quest’anno però un sacco di persone sono venute subito a vedere la mia nuova casa (in cui sono rimasto per poco tempo) allo Spazio Forma, forse perchè ero proprio bello vestito così bene! Ma sono stati tutti molto interessati, dal progetto del ticket sharing, dalla risposta alle sedicenti mamme antizam, e da quello che succede a Eataly. Molti hanno anche cercato di conoscermi meglio, e sono stati sulla pagina “Chi siamo“.

A chi mi trova con Google invece piace quando parlo di Quarto Oggiaro , di Turchia, di nuovo di ticket sharing  e, purtroppo, di carcere. Però chi viene da Google mi sta più simpatico: sta con me il 30% in più, e visualizza il 27% di pagine in più

E sì, lo so che mi legge anche un sacco di gente che si crede importante: a volte infatti qualcosa che ho io compare pari pari nelle case dei salotti buone dei singorotti dell’informazione, o addirittura in luoghi in cui io mai mi addentrerei, come ministeri e comandi dei carabinieri. Saluto anche questi “amici”, e i nomi dei loro network che tante cose ci rivelano.

Questo è stato, in numeri, il mio ultimo anno. Io ne sono contento, e credo che il prossimo sarà ancora migliore… vuoi passarlo con me?

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.