Parigi – Justice pour Adama!

La morte di George Floyd e il conseguente insorgere delle comunità afroamericane in America hanno risollevato il dibattito in Francia per la morte del giovane Adama Traoré nel 2016. Il suo assassinio, avvenuto in circostanze analoghe a quella oltreoceano per mano della Polizia, resta ancora oggi circondato dal mistero. Anche Adama, di origini malesi, sarebbe morto per soffocamento secondo due delle 4 autopsie effettuate sul suo corpo.

Sua sorella, Assa Traoré, ha condotto in questi anni una dura battaglia per dare giustizia alla storia di Adama, facendola diventare un punto di riferimento indiscusso nelle comunità resistenti, femministe e antirazziste che in questi mesi sono tornate a scendere in piazza.

Lo scorso sabato nel sobborgo di Parigi in cui Adama è cresciuto (e deceduto) migliaia di persone sono scese in piazza per ottenere giustizia contro gli abusi in divisa. Alla marcia erano presenti anche le famiglie delle vittime per mano della Polizia, che in Francia come negli Stati Uniti hanno raggiunto numeri vertiginosi.

Il corteo è partito dal commissariato della Gendarmerie dove lavoravano gli assassini per poi passare dal luogo della sua morte ed entrare nella banlieue dove la famiglia Traoré è cresciuta.

Acclamata dalla folla la sorella Assa Traoré ha ribadito che senza giustizia non ci sarà pace, ribadendo diverse volte i nomi delle vittime dello stato francese.

* Testo e foto di Nicolas Seegatz

 

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.