MiM – Gli articoli più condivisi del 2015

Traendo spunto anche dal sondaggio online di Dinamo Press sui suoi 20 articoli più letti dell’anno troverete qui sotto i 10 articoli di MilanoInMovimento più condivisi nel 2015.

1) “Ciao Luca”. Il 23 Febbraio 1986 Luca Rossi, giovanissimo militante di Democrazia Proletaria viene colpito da un colpo sparato dall’agente della Digos Pellegrino Pollicino. Muore poco dopo il trasporto in ospedale. Nella “Milano da bere” degli anni ’80 anestetizzata da edonismo e riflusso e con le periferie sommerse dall’eroina la vicenda desta grande impressione scatenando in città una grossa reazione. L’anno scorso MiM ha commemorato l’anniversario pubblicando un racconto in sua memoria. Proprio in questo 2016 cadrà il trentesimo anniversario del suo omicidio.

luca2

2) Inutile negarlo. Un vento di destra soffia forte in tutto il continente europeo. Dalla Francia all’Europa dell’Est passando per l’Italia. Le formazioni di estrema-destra rinnovano l’attivismo. A Milano tentano di far proseliti in un territorio da sempre ostile come le scuole e qui incontrano la reazione di collettivi e studenti. Si moltiplicano quindi le aggressioni. A fine Gennaio i fascisti di Lotta Studentesca, con la scusa di un volantinaggio, aggrediscono uno studente del Leonardo Da Vinci ferendolo.

3) Nel pomeriggio del 31 Gennaio, a seguito dell’aggressione al Leonardo, gli antifascisti scendono in strada a Gratosoglio fronteggiando un’iniziativa di Forza Nuova. L’occupazione di Zam in Chiesa Rossa e successivamente quella di GTA proprio a Gratosoglio vanno ad insediarsi in una zona di attivismo dell’estrama-destra che viene contrastato con maggiore vigore.

4) La diretta del Primo Maggio NoExpo con le primissime considerazioni a caldo di MiM sugli esiti della giornata.

11143726_10152773594776837_6974592799251061798_n-600x400

5) “Che ne sai tu di un campo di grano?”. A due mesi dall’inaugurazione dell’Esposizione Universale 2015 esce un articolo ironico sul campo di grano piantato in zona Porta Nuova. Citando Battisti vengono presentate diverse considerazioni su tutti i limiti di Expo.

6) Nella serata del 19 Gennaio iniziano ad arrivare le prime notizie che parlano di un assalto fascista al centro sociale Dordoni di Cremona. Col passare delle ore i contorni della vicenda diverranno più chiari. Un gruppo di Casa Pound ha assaltato il centro sociale. Ferito in modo gravissimo Emilio ricoverato in prognosi riservata per un’estesa emorragia cerebrale. La notizia fa della penisola in pochissimi minuti.

7) Sempre a proposito di fascisti nelle scuole, questa volta si tratta di Blocco Studentesco (formazione giovanile di Casa Pound) che il 14 Dicembre tenta di appendere uno striscione e volantinare davanti al Tenca. Di fronte alla reazione dei ragazzi del collettivo e di molti studenti della scuola parte l’aggressione con 2 ragazzi feriti. I fascisti però devono allontanarsi. La reazione immediata è un corteo interno e un’assemblea spontanea a scuola. Nei giorni successivi si terrà un partecipato presidio antifascista davanti al Tenca.

8) “La Striscia di Gaza e la sua vita”. Una corrispondenza dalla prima Carovana a Gaza (Dicembre 2014-Gennaio 2015) che portò solidarietà internazionale nella martoriata striscia di territorio trasformatasi in una prigione a cielo aperto e sotto costante attacco israeliano.

Image1

9) Il 24 Gennaio 2015, a seguito dell’assalto al Dordoni e del ferimento di Emilio viene indetto un corteo nazionale antifascista a Cremona. Qui l’appello per la manifestazione. 

10) “Scacciare le lacrime”. A dodici anni dall’omicidio di Davide “Dax” Cesare (e del ferimento di due altri antifascisti) per mano di una famiglia di fascisti MilanoInMovimento ripubblica un racconto già uscito in occasione delle mobilitazioni per il decennale della morte di Dax. Viene ripercorsa la tragica vicenda (in gran parte rimossa dalla città) del massacro all’Ospedale San Paolo seguito allo’omicidio di Davide.

Dax-2014-68

Tag:

Una replica a “MiM – Gli articoli più condivisi del 2015”

  1. […] A inizio 2016, per un piccolo divertimento intellettuale, abbiamo pubblicato un pezzo su quelli che erano stati gli articoli più condivisi di MilanoInMovimento nell’anno 2015. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.