Kurdistan – Corteo per il Newroz a Milano (la diretta)

Si continua a festeggiare il Newroz in Via Novara.

Il corteo è terminato. La festa per il Newroz proseguirà in via Novara 342 (zona San Siro). Un parlamentare di HDP è intervenuto con un’analisi della situazione in Turchia. Massiccia la presenza della comunità curda che ormai vive un grande protagonismo politico fatto di un confronto continuo con gli attivisti milanesi. Inferiore quella degli Italiani. Segno forse che una volta scomparsa dai media mainstream la questione curda è stata parzialmente “rimossa” dall’opinione pubblica. L’inversione di tendenza della grande stampa si notava già da quest’Estate quando la “questione migranti” era diventata fondamentale e centrale il ruolo giocato dalla Turchia dell’autoritario Erdogan. Per questioni di realpolitik è stato messo in qualche modo in secondo piano il ruolo fondamentale giocato dai Curdi (sicuramente anche prima dell’assedio e della liberazione di Kobane) nello scontro con ISIS e nella qualità della loro proposta politica. Al di là delle fasi il nostro sguardo sull’esperimento politico portato avanti con coraggio dal Curdi sarà sempre attento e partecipe.

Una gallery di “volti da corteo”

Il corteo in Duomo

Ore 16.05 – Il corteo entra in una Piazza Duomo gremita per la StraMilano destando curiosità.

Ore 15.50 – Il corteo si dirige verso Piazza Duomo.

Ore 15.45 – Un intervento di saluto e abbraccio anche al popolo palestinese.

Il video dell’azione al Consolato Turco

Ore 15.38 – Un fantoccio con la scritta “Erdogan assassino” prende fuoco davanti alla rappresentanza turca. Lancio di uova, arance e fumogeni (coi colori del Kurdistan) contro il Consolato.

Ore 15.33 – Il corteo raggiunge il Consolato Turco transennato ancor più del corteo del 12 Dicembre.

Ore 15.25 – Il corteo è in Largo Augusto.

Ore 15.20 – La manifestazione si dirige verso il Consolato Turco.

Ore 15.15 – Intervento della presidente della comunità curda: “Il popolo curdo resisterà,viva il Newroz!”. Dal corteo cori per la libertà di Ocalan.

Ore 15.10 – Già più di 1.000 persone in corteo. I numeri sono in continua crescita.

Ore 15.05 – Il corteo nel giro di pochissimi minuti si è gonfiato a dismisura. Intervento di uno studente del Casc Lambrate che denuncia il fatto che Erdogan, mentre reprime duramente i Curdi si siede, legittimato, al tavolo delle trattative con l’Europa per la “gestione” della questione profughi.

Ore 15.00 – Il corteo ha iniziato a muoversi da San Babila. Notevole la partecipazione della comunità kurda.

—–

12498753_1155470177798638_1978684701_n20 Marzo 2016. Anche a Milano si festeggia il Newroz: la festa del nuovo anno per i Curdi (ma anche per molti altri popoli). Si festeggia in un momento in cui la situazione in Medio-Oriente sembra in continua evoluzione. Di pochissime ore fa l’accordo tra Turchia e Unione Europea sulla “gestione” dei profughi in fuga dai conflitti di quella zona del pianeta. Un accordo fatto con un regime autoritario che fa fare molti passi indietro alla concezione (ma soprattutto alla retorica…) dei diritti umani conosciuta fino ad oggi. Mentre viene siglato l’accordo col governo turco nel Kurdistan turco continua la repressione contro la minoranza curda mentre si susseguono gli attentati (ancora non rivendicati) sia a Istanbul che a Ankara. Anche in Siria la situazione è in evoluzione. Mosca ha annunciato in settimana un parziale ritiro delle sue forze che in questi mesi hanno contribuito a stabilizzare il traballante regime di Assad. Nel Rojava si sono fatti ulteriori passi verso il confederalismo democratico mentre la Turchia continua i bombardamenti contro le forze curde. A breve una nuova tornata di colloqui a Ginevra.

Oggi MilanoInMovimento seguirà in diretta il corteo di Milano (San Babila, ore 14)

Questo l’appello per la giornata.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.