In piazza al fianco del popolo curdo. Ancora una volta!

Un migliaio in piazza per la liberazione di Ocalan e in solidarietà con la lotta del popolo curdo.

Scrivevamo qualche mese fa di come l’opinione pubblica (tranne una piccola meritevole parte) si sia presto dimenticata della causa curda e del ruolo fondamentale giocato dai curdi nella lotta contro ISIS nel Rojava.

Ora che venti di guerra soffiano sul confine ucraino con una sfida che rischia di veder scontrarsi colossi come Stati Uniti e Russia la questione curda è scivolata ancora più indietro nelle agende della diplomazia internazionale.

Ci ha pensato però l’assalto in grande stile compiuto qualche giorno fa dallo Stato Islamico alla prigione di Hasakah, nel Rojava, a ricordarci che se Desh ha subito una forte sconfitta militare le sue idee e le sue forze non sono ancora state spazzate via.

In aggiunta a ciò va ricordato come la politica di repressione e guerra lanciata dal regime turco di Erdogan alla minoranza curda di quel paese si prolunga ormai ferocemente da anni.

Per questo oggi a Milano (ma anche a Roma) si è manifestato.

Per chiedere la liberazione del leder curdo Ocalan, rinchiuso da più di 20 anni nella prigione fortezza di Imrali quando potrebbe invece giocare un ruolo fondamentale nella pacificazione del Medioriente.

E per ricordare sempre i meriti dei curdi nella lotta contro il progetto oscurantista di ISIS e il valore rivoluzionario del progetto politico del Rojava.

— A seguire una gallery della manifestazione di oggi —

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.