Alla fine c’è il CPR – Milano

Mobilitazione diffusa contro i lager di Stato e altri strumenti di repressione, respingimento e deportazione delle persone migranti.

Mai più Lager – No ai CPR ha promosso, partecipa e invita tutte e tutti a prendere parte alla mobilitazione diffusa che il 24 aprile si terrà in varie città, sedi di CPR o di altri componenti della filiera espulsiva di persone migranti.

L’appuntamento a Milano è per le 17.30 di sabato 24 aprile in via Corelli, per un presidio con distanziamento che dia un segnale forte, alla città e non solo, e a chi è rinchiuso nel CPR – la vergognosa frontiera di Milano.
Non tutt* sanno che qui, ormai da oltre 6 mesi, ha aperto uno dei più attivi centri di detenzione e deportazione d’Italia, che nel silenzio generale ha rimpatriato già oltre 500 persone, prevalentemente di nazionalità tunisina (a seguito dell’accordo Italia-Tunisia dell’agosto 2020 e del decreto legge dell’ottobre successivo, entrambi a firma Lamorgese), dopo averle trattenute in condizioni di alienazione e isolamento totale, e nei fatti senza assistenza legale e sanitaria.
Milano ha deciso di non tacere e, insieme ad altre città, si farà sentire.

Di seguito il comunicato condiviso con l* altr* attivist* d’Italia impegnat* in questa giornata di mobilitazione diffusa sui territori.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.